Popolare non violenta

E’ un normale venerdi’ in Palestina e in vari villaggi della Cisgiordania ci si prepara alla consueta manifestazione contro il muro di separazione israeliano. A Bilain, come accaduto negli ultimi quattro anni, gli attivisti si sono radunati fuori la moschea e aspettano la fine della preghiera per dare inizio al corteo. Pochi chilometri piu’ a sud, nella zona di Betlemme, Fatmah Brigiah ripassa mentalmente i punti del discorso che pronuncera’ davanti ai soldati israeliani, mentre a Nialin, nord di Ramallah, i ragazzi distribuiscono cipolle per alleviare l’effetto dei gas lacrimogeni. Come tutti i venerdi’ anche gli attivisti israeliani sono in strada. Poche ore prima si erano incontrati a Tel Aviv e si erano divisi in gruppi per poter essere presenti alle manifestazioni di tutti e tre i villaggi palestinesi…

Popolare non violenta e’ un documentario radiofonico che racconta la lotta portata avanti negli ultimi cinque anni dai comitati locali in Palestina e sostenuta da attivisti israeliani e internazionali. Una lotta che, come racconta Mahmood del comitato di Al Masara, rifiuta l’uso delle armi non come una scelta tattica, ma con la convinzione che l’uso del proprio corpo e’ uno strumento molto piu’ potente di qualsiasi arsenale.

Popolare non violenta e’ il risultato di un progetto del Servizio Civile internazionale e di Amisnet, con il contributo della Anna Lindh Foundation

Top