Elezioni: una campagna per segnalare le affissioni abusive

Prima di ogni competizione elettorale i muri delle città sono invasi dalle affissioni selvagge dei partiti che non risparmiano alcun mezzo pur di conquistare un po’ di visibilità. Ad ogni tornata elettorale si aggiunge poi il danno alla beffa: nessuno paga ammende per i manifesti abusivi perchè di norma viene sempre approvato un condono di tali violazioni riservato ai partiti politici che quindi versano alle amministrazioni comunali solo cifre forfettarie a fronte di multe che dovrebbero essere di migliaia di euro. La lista Bonino ha lanciato una campagna per invitare i cittadini a segnalare le affissioni abusive impegnandosi ad intentare azioni legali contro chi viola le norme che regolano le pubblicità elettorali e stà quindi raccogliendo immagini e filmati prodotti dai cittadini sul sito Fainotizia.it

La pratica delle affissioni abusive non è solo malcostume, è gestita in modo scientifico e premeditato dalle agenzie pubblicitarie di concerto con i partiti ed i candidati e spesso con la connivenza delle stesse amministrazioni che dovrebbero invece controllare che queste violazioni non avvengano, come testimoniato da recenti inchieste giornalistiche e da un servizio della popolare trasmissione televisiva “Le Iene”. Da rilevare che nei condoni delle amministrazioni non sono incluse le affissioni abusive fatte da soggetti commerciali o da enti “no profit”, gli unici a goderne sono i pariti e quindi gli stessi che votano per il condono nelle sedi istituzionali.

Related posts

One Comment;

  1. lori said:

    anche a cinisello blsamo sono migliaia le affissioni abusive elettorali senza alcuna multa da parte della polizia locale.
    esistono sanzioni specifiche?

Comments are closed.

Top