Mozambico: giornalista di Noticias minacciato pubblicamente

Un giornalista del quotidiano Noticias è stato minacciato di morte da un governatore del Mozambico. “Le autorità facciano il possibile per garantirgli la sicurezza” dichiara l’organizzazione Reporters sans frontières.

Il 16 marzo scorso il giornalista Bernardo Carlos si trovava nel distritto di Magoè, Mozambico, con altri colleghi del canale pubblico locale TVM, di Radio Mozambico e del quotidiano Diario di Mozambico, in occasione di un comizio di Idefonso Muananthatha, governatore della provincia di Tete (centro-ovest del Paese). Il governatore, durante il suo discorso si è rivolto verso Carlos minacciandolo pubblica. “Sai cosa è successo al giornalista Carlos Cardoso? Non ti stupire se un giorno ti sveglierai senza il braccio che stai usando per accoltellarmi”. Carlos Cardoso, direttore del Metical, è stato assassinato a Maputo nel 2000.

Il govenatore accusa Bernardo Carlos di avere scritto una serie di articoli sulla sua politica di impieghi pubblici e di servizi municipali. Nel centro della polemica, un articolo sullo stato della rete elettrica nella regione e e della gestione delle inondazioni nella provincia di Tete.

Top