Radio Polifemo 10: Bracconaggio, piaga italiana

Mentre al Senato sono in discussione disegni di legge che vanno in direzione di una depenalizzazione dei reati di bracconaggio, la Ue ha aperto diverse procedure d’infrazione nei confronti del nostro Paese per l’insufficiente protezione della fauna selvatica. Nel mirino della commissione europea sopratutto le deroghe concesse a livello regionale per il prolungamento della stagione venatoria oltre i limiti stabiliti per legge. Solo quest’anno anno sotto il fuoco delle doppiette sono già caduti 2 milioni di uccelli “di troppo”.

Il nostro ospite Giovanni Albarella fa il punto sulle dimensioni del fenomeno della caccia illegale in Italia e sulle sue modalità.  Fenomeno complesso, che riguarda in particolare gli uccelli, ma anche mammiferi come cinghiali, volpi e faine che rischiano di incappare in esche avvelenate e lacci metallici posti da agricoltori, per tenerli lontani dai campi coltivati e dai cacciatori, che li eliminano in quanto predatori, per non avere concorrenti nelle battute di caccia.

CI colleghiamo infine con Piero Liberati, attivista della Fondazione Vallevegan, impegnato proprio durante la nostra registrazione in un’azione di antibracconaggio nelle campagne laziali che spiega come riconoscere le trappole per cinghiali, rischiose anche per i bambini e gli animali domestici.

Related posts

Top