Radio Polifemo 06: Caccia, troppi illeciti e poca sicurezza

La stagione venatoria volge al termine e come sempre alle vittime animali si sommano i morti e feriti umani. Esiste un’associazione che se ne occupa, che raccoglie testimonianze di familiari e vittime della caccia che possono essere utilizzate per ottenere ordinanze che tengano lontani i cacciatori dalle zone più densamente popolate. O dove semplicemente la popolazione non vuole essere circondata da uomini armati. Molti Comuni l’hanno ottenuta e in questa puntata ascolteremo l’esperienza di una cittadina di Pomezia che per anni si è battuta coi suoi concittadini perché l’attività venatoria fosse bandita dalla sua zona e che continua a farlo adesso perché l’ordinanza, ottenuta, venga attuata.

Parleremo poi del problema ambientale legato al bracconaggio, ovvero la caccia illegale, vera e propria piaga italiana che colpisce a nord e a sud e mette seriamente a rischio il patrimonio faunistico del nostro Paese. E parleremo dei modi per contrastarlo, come possono fare tutti in prima persona, ad esempio partecipando ai campi della Lega per l’abolizione della caccia, che addestra volontari per presidiare le aree ad alta densità venatoria e denunciare alle autorità costituite gli illeciti.

OSPITI: Stefania Simoni, cittadina di Pomezia

Catia Acquaviva, responsabile antibracconaggio nelle valli bresciane

IN REDAZIONE: Leonora Pigliucci

Related posts

Top