Amman: scontri intorno all’ambasciata Israeliana, arrestato cameraman di Al Jazeera

Poco dopo le 14, ora italiana, sono iniziati scontri tra la polizia e i manifestanti che protestavano contro l’attacco israeliano alla Stiscia di Gaza in prossimità dell’ambasciata Israeliana in Giordania. SI tratta di un corteo autorizzato, ma i manifestanti stavano cercare di violare la zona rossa. Mentre scriviamo le tensioni sono in diretta sulla tv satellitare pan-araba Al Jazeera, che sta dedicando alla guerra di Gaza una copertura 24 ore su 24. Le forze dell’ordine giordane stanno respongendo le cariche dei manifestanti con idranti e lacrimogeni, con l’utilizzo della forza con l’intenzione di disperdere i manifestanti. Il canale denuncia l’arresto di un cameraman di Al Jazeera International (il canale in lingua inglese), che sarebbe stato duramente percosso. L’inviata del canale arabo è con il cameraman, ma non ha subito maltrattamenti.  Ci sarebbero feriti, ma non risultano arresti.

Tags

One Comment;

  1. Khaldoun said:

    Un piccolo aggiornamento: il cameraman di Al Jazeera international è stato rilasciato e si trova ora in ospedale. Il canale satellitare riporta le dichiarazioni del governo Giordano e del Re che hanno garantito che non ci saranno arresti per i giornalisti nè arresti politici per i manifestanti. Le autorità hanno dichiarato che la difesa delle sedi diplomatiche estere è un dovere dello stato hascemita e che questo dovere vale per qualunque sede diplomatica. Al Jazeera conferma che non ci sarebbero arresti, tuttavia ci sarebbero feriti tra i manifestanti.

    Un altro reporter di Al Jazeera è stato invece colpito dall’esercito israeliano con proiettili di gomma a Belen, un paese cisgiordano noto per il fortissimo movimento non violento contro il “muro di difesa” israeliano.

Comments are closed.

Top