Il ballo del presidente – Back Beat 38

Regan invitò solo multimiliardari, Barack Obama ha iniziato a distribuire biglietti, che per il loro costo, potrebbero risultare proibitivi. Tutto è già pronto per la cerimonia inaugurale che il 20 gennaio prossimo alla Casa Bianca segnerà il definitivo passaggio delle consegne dall’era Bush alla nuova amministrazione. Per l’evento, che dopo il giuramento del nuovo presidente davanti al giudice capo della Corte Suprema, prevede un ricevimento e un gran ballo inaugurale, sono in vendita anche dei pacchetti completi. Sistemazione in Hotel di lusso, accesso alla festa, limousine per tutta la durata del soggiorno e massaggiatore privato. Fuori dai cancelli della Casa Bianca è già prevista però una manifestazione, quella dei lavoratori del settore alberghiero di Washington che protestano per licenziamenti, precarietà e salari insostenibili. Nell’ultima puntata di Back Beat non trascureremo le prime nomine della nuova amministrazione, a cominciare da Rahm Emanuel scelto da Barack Obama per il ruolo di capo di gabinetto. Un uomo politico al centro di numerose contestazioni per il suo sostegno alla lobby israeliana, all’area di libero commercio con Canada e Messico (Nafta) e per l’appoggio alle guerre di Bush.

Related posts

Top