Roma: sgomberato l’Horus occupato

Lo spazio sociale Horus occupato è stato sgomberato la mattina 21 ottobre. Alle sette e venti polizia e carabinieri hanno fatto irruzione nel centro sociale romano dichiarando lo stato di “sequestro preventivo”, effetto della denuncia della proprietà, società Gemini.

“Il sindaco Alemanno si assume in questo modo la responsabilità politica di dichiarare guerra alla città
intera, agli spazi sociali, ai movimenti di lotta per la casa, alle reti contro la precarietà, a chi in questi anni
ha conquistato diritti e dignità. Il sindaco e la destra vogliono cancellare la straordinaria esperienza dei centri sociali, spazi sottratti alla speculazione e alla rendita, luoghi di produzione culturale, luoghi di socialità fuori dalle logiche del mercato, luoghi del conflitto, luoghi di libertà”, si legge nel comunicato diffuso dall’Horus, e conclude “Noi non abbiamo paura. Da questo momento inizia la campagna per la riconquista di uno spazio della città, contro le politiche di guerra di Alemanno e della destra, perchè siamo convinti non bisogna chiedere il permesso a nessuno per essere liberi”.

Alle 17 di oggi 21 ottobre, da via Capraia 19 (Tufello), è previsto un corteo cittadino.

Related posts

Top