Passpartù 01: attraverso la Libia

Dalla testimonianza di un uomo ebreo della Libia rifugiato in Italia al film denuncia sulle brutalità messe in atto dalla polizia libica. Sarà la nazione nordafricana a fare da filo conduttore a questa prima puntata di Passpartù.

In redazione: Elise Melot, Andrea Cocco, Marzia Coronati

Ospiti della puntata: David Gerbi, libico che vive a Roma dal 1967; Gabriele Del Grande, Fortress Europe; Andrea Segre, regista; Alessandro Crea, antropologo; Zaccaria Iaya, artigiano del Niger

Il programma è a cura di Marzia Coronati

Crocevia di cultura e religioni, ex-colonia italiana, araba, ma anche con una lunga storia di ebraismo alle spalle. Nazione strategica perchè di passaggio per coloro che dall’Africa centrale cercano di raggiungere l’Europa, la Libia assiste da secoli al passaggio di popoli e persone . Noi partiamo dalla storia di un migrante libico, David Gerbi, che ci ha raccontato la storia della sua fuga dalla Libia nel 1967, dopo la “guerra dei sei giorni”.

Presentiamo poi il film “Come un uomo sulla terra”, il documentario di Andrea Segre sul controllo dei flussi migratori in Libia: la prima raccolta di testimonianze dirette sulle brutalità messe in atto dalla polizia libica, anche grazie ai finanziamenti di Italia e di Europa. Per maggiori info e per vedere il trailer del film: http://comeunuomosullaterra.blogspot.com.

In questa prima puntata, anche il primo appuntamento con il report Fortress Europe, il bollettino mensile a cura di Gabriele Del grande che ogni prima settimana del mese ci aggiornerà sulle vittime della frontiera lungo i confini con l’Europa. Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il blog fortresseurope.blogspot.com.

Related posts

Top