Migranti: il film denuncia sulle violenze attuate dalla polizia libica

Tutto esaurito per la prima romana di “Come un uomo sulla terra”, il film sul controllo dei flussi migratori in Libia. Una raccolta di testimonianze dirette sulle brutalità messe in atto dalla polizia libica, anche grazie ai finanziamenti di Italia e di Europa.

Protagonista del film, Dagmawi Yimer. Diplomato alla scuola inglese di Addis Abeba, Dagmawi, detto Dag, ha frequentato i primi anni nella facoltà di giurisprudenza, ma poi ha deciso per motivi politici di emigrare; ha attraversato la Libia ed è arrivato a Lampedusa nel luglio 2006, dove ha ottenuto la protezione umanitaria. Dag ha raccolto le testimonianze e memorie dei suoi coetanei sul terribile viaggio attraverso la Libia. Dal 2007 collabora con Asinitas onlus, la scuola di italiano per stranieri a Roma che ha collaborato alla realizzazione del film.

Alla prima romana il regista Andrea Segre ha ringraziato tutti coloro che hanno permesso la realizzazione del film raccontando la propria testimonianza di vita. Ascolta il suo intervento

Per maggiori info e per vedere il trailer del film: http://comeunuomosullaterra.blogspot.com

Related posts

Top