Libano: c’e` l’accordo per il governo d’unita` nazionale.

Dopo gli scontri che hanno visto contrapposti militanti della maggioranza filoccidentale e quelli dell’opposizione vicina a Siria ed Iran, la mediazione della Lega Araba ha avuto successo:

domani Michel Suleiman sarà` il nuovo presidente della Repubblica liabanese e il governo di Fouad Siniora lascerà` il posto a un nuovo governo di unita` nazionale in cui l’opposizione avrà` il diritto di veto.

Saranno infatti 11 i ministri espressione di Hizbullah ed alleati, mentre la maggioranza ne indicherà` 16. Gli altri 4, per completare i 30 ministri previsti, saranno invece nominati direttamente dal nuovo presidente. Per la legge libanese i voti di un terzo più` uno dei ministri e` sufficiente per bloccare una iniziativa legislativa.

Oggi a Beirut i militanti sciiti di Amal e Hizbullah stanno smontando la tendopoli del loro sit in permanente di protesta contro un governo considerato illegittimo, presidiato ininterrottamente dal dicembre del 2006. Il ministro degli esteri siriano ha già` comunicato il sostegno del suo paese all’accordo tra le fazioni libanesi che potrebbe aver messo la parola fine allo stallo politico che blocca il paese dei cedri da quasi due anni.

Related posts

One Comment;

Comments are closed.

Top