Crisi globale dei prezzi: sono i bambini le prime vittime

Cinque milioni di bambini sotto i cinque anni muoiono ogni anno di fame nel mondo. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sono 178 milioni quelli colpiti da malnutrizione e 20 milioni da una forma grave. La situazione sta ulteriormente peggiorando a causa della crisi globale dei prezzi degli alimenti, che ha dunque aggravato la crisi alimentare dovuta alle minori probabilità di accesso al cibo.

A farne le spese sono soprattutto i bambini, perché quando i prezzi del cibo aumentano sono proprio gli alimenti per loro, come il latte, ad essere per primi ridotti.

Per far fronte a questa situazione, l’associazione Medici Senza Frontiere oggi ha nuovamente ribadito che non basta aumentare gli aiuti alimentarli ma occorre ridefinirne la tipologia. I cibi inviati, infatti, non vanno bene per i bambini, in particolare per quelli sotto i cinque anni, che hanno esigenze nutrizionali specfiche e quindi necessitano di alimenti terapeutici creati appositamente per loro.

Related posts

Top