Carovana “Sport sotto assedio”: Palestina 3 Italia 0

E’ giunta a metà del suo tragitto la carovana “Sport sotto assedio”, una colorata combriccola composta da 101 calciatori e calciatrici italiani in questi giorni in viaggio nei territori palestinesi. Per ora nessuna partita è stata vinta dagli italiani; si attendono i risultati della finale, prevista a Gerusalemme.

La delegazione è partita dall’Italia il 23 marzo. La prima tappa prevista era a Gaza, ma per la prima volta da quando è stata lanciata l’iniziativa – quattro anni fa – è stato negato al gruppo l’accesso. Nonostante una lunga attesa di circa cinque ore davanti alla frontiera di Erez, la delegazione ha dovuto rinunciare ad entrare.
Ma il viaggio è continuato. I 101 hanno visitato Hebron, con le reti che sovrastano i vicoli delle strade per proteggere dall’immondizia che viene lanciata dagli occupanti ai palestinesi, e poi si sono spostati nello stadio di Al Khader, villaggio vicino Betlemme, dove hanno disputato la prima partita.

“Ovunque siamo stati, l’accoglienza è stata fantastica”, racconta Lidia, una partecipante della carovana, “stiamo facendo molti incontri interessanti, con donne e uomini che nonostante l’assedio continuano ad avere il sorriso sulla bocca”.

Related posts

Top