Stati Uniti impreparati alla guerra artica

20080304_hso_artic_war.gif– L’interesse crescente per la regione dell’Artico potrebbe presto sfociare in un conflitto armato – e gli Stati Uniti non sono pronti ad affrontarlo. Giunge dalla rivista Foreign Affairs l’ennesimo appello alla conquista del Mare Artico, zona che i cambiamenti climatici in atto rendono sempre più appetibile. Dopo l’exploit militare della Russia, che lo scorso agosto mandò un proprio contingente a piantare bandiere sui ghiacci superficiali e sorvolò l’area con uno stormo di caccia, la sveglia è suonata anche per Washington.

Secondo la rivista, molto apprezzata dagli ambienti governativi e militari, gli Stati Uniti non stanno facendo abbastanza per tutelare i propri interessi nella zona. Oggi, spiega l’ex comandante della marina Scott Borgerson, tutti si buttano sui mari del nord con la speranza di trovare nuovi giacimenti e sfruttare rotte commerciali. Ma mentre la Russia costruisce una flotta di navi rompighiaccio a e perfino la Cina si dota di mezzi per la navigazione artica, gli Stati Uniti sarebbero rimasti indietro… troppo indietro. Tanto da rendere preferibile, a qualsiasi dimostrazione di forza, un’azione diplomatica concertata con gli altri stati rivieraschi in modo da arrivare a un nuovo accordo multilaterale per la spartizione delle ricchezze polari.

Related posts

Top