Nessun blocco degli sfratti, fuori casa anche i più deboli

ritratto senza tettoCresce l’emergenza abitativa. La caduta del Governo, infatti, ha portato con sé anche quella del disegno di legge sul blocco degli sfratti. Alcuni sono già senza casa e per migliaia di altri si prospetta lo stesso destino. Senza alcuna tutela rimangono anche gli appartenenti alle categorie protette, almeno fino al 19 febbraio, giorno in cui inizierà la discussione sull’inserimento eventuale di un provvedimento urgente nel decreto mille proroghe e che, in caso di approvazione, dovrebbe salvaguardare i cosiddetti “più deboli” almeno fino ad ottobre. Questa misura però non varrà per coloro già sfrattati in questi giorni di vuoto legislativo così come per gli sfrattati per morosità. E’ quest’ultima, però, la categoria più consistente: è costituita dal 70% degli sfrattati totali, tra cui molti anziani pensionati non più in grado di sostenere le rate dell’affitto con la loro misera pensione.

Related posts

Top