Fiat: nuova cassa integrazione a Termoli

Lo stop di due settimane per reparti motori dello stabilimento molisano.
A cura di amismp La conferma è arrivata dai vertici della ‘Fiat Powertrain Tecnologies’. Nuova cassa integrazione, intanto, a maggio per 2550 lavoratori della Fiat di Termoli (Campobasso).

Secondo Pezzotta " questa vicenda del convertendo delle banche che sicuramente ha qualche effetto e credo che oggi sia proprio necessario che ci sia un confronto anche per vedere come si intende andare avanti".

Epifani ha invece sollecitato la "partecipazione del mondo del lavoro a quello che si sta decidendo. Serve una sede di confronto. Abbiamo chiesto al governo, prima che il presidente del consiglio si dimettesse, che si aprisse un tavolo con la Fiat per riprendere il rapporto, ma non abbiamo avuto risposte. Rifaremo la domanda al nuovo governo. L’ amministratore delegato Sergio Marchionne deve sapere che la nostra inquietudine non puo’ rimanere senza risposte".

"Se le banche diventassero azioniste – ha ancora affermato Epifani, riferendosi alla trattativa in corso sul prestito convertendo – da una parte si potrebbe avere maggiore chiarezza, ma dall’ altra si aprirebbe una nuova inquietudine. L’ ingresso delle banche nel capitale Fiat non sarebbe comunque una soluzione definitiva, ma solo di passaggio. Una soluzione definitiva deve seguire altre strade".

Top