Metalmeccanici: lo sciopero è andato bene

A due anni e mezzo dall’ultimo sciopero generale unitario, i lavoratori metalmeccanici sono tornati in piazza. Lo sciopero di quattro ore e’ stato indetto da Fiom, Fim e Uilm, che
protestano contro chiusure e licenziamenti e chiedono a governo e confindustria un confronto serio sulla preoccupante situazione dell’industria in Italia.
A cura di amisac

Non è solo la Fiat a determinare l’allarme, ma più in generale la mancanza di una strategia di sviluppo dell’intero settore. Secondo la Cgia di Mestre, in quattro anni le tute blu sono diminuite di 134 mila unita’. Agli imprenditori i sindacati rimproverano la scarsità di investimenti, soprattutto nelle attività manifatturiere e nell’innovazione. Alle istituzioni, invece, un’errata politica di privatizzazioni e la scarsa attenzione per un sostegno all’industria con infrastrutture, formazione, ricerca e innovazione.
Secondo la Cgil lo sciopero di oggi è andato bene. A Mirafiori i sindacati parlano di un’adesione del 70%,  A Milano la Fiom parla dell’80%. 10 mila i lavoratori che hanno partecipato al corteo di Venezia.
 

Top