Giornata mondiale della sanità

Oggi si celebra la Giornata Mondiale della Sanità sotto l’egida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).
A cura di amismp

Guido Barbera, presidente del Cipsi, Coordinamento di 36 Associazioni di cooperazione e solidarietà internazionale, in questa occasione ha dichiarato:denunciamo che nel Sud del mondo impoverito il diritto alla salute non è garantito. Aids, tubercolosi, malaria sono in grave espansione in Africa, Asia e America latina. E in particolare denunciamo le condizioni dei bambini e delle madri. Oggi, a più di 50 anni dalla costituzione dell?OMS, in molti paesi, soprattutto dell?Asia Sub-sahariana, la speranza di vita si riduce, la mortalità infantile aumenta e masse crescenti di popolazioni in estrema povertà, sono del tutto escluse dai potenziali benefici di un aumento della ricchezza globale senza precedenti, sempre più concentrata nelle mani di pochi. La salute di tutti i popoli è riconosciuta dall?OMS come condizione indispensabile alla pace e alla sicurezza del mondo, dipendente dalla più stretta cooperazione tra gli individui e gli Stati. La disuguaglianza in termini di salute tra i diversi paesi è riconosciuta come un ?pericolo per tutti?. La salute è dunque indivisibile, e globale ne è la responsabilità".
Persino nei paesi più ricchi del mondo il 17% dei bambini vive al di sotto della soglia nazionale di povertà, con conseguenze permanenti sul loro sviluppo e la condanna all’esclusione sociale in età adulta. Almeno un terzo dei bambini alla nascita non è registrato, con il conseguente rischio di essere esclusi dai diritti di assistenza sanitaria e di istruzione.
Così il 7 aprile 2005, in occasione della Giornata Mondiale della Salute, quest’anno dedicata proprio alla salute materno/infantile (Make every mother and child count"), in quanto ad oggi la salute di donne e bambini non è una priorità per molti governi e per la comunità internazionale, il CIPSI rilancia la Campagna.I diritti dei bambini sono il volto della pace", tesa a garantire i diritti fondamentali dei bambini: diritto alla vita, alla registrazione anagrafica, all’acqua potabile, alla sicurezza alimentare, alla salute, all’istruzione, cioè ad una parte delle centinaia di milioni di persone che ogni giorno nel mondo vivono in assoluta povertà. La Campagna inoltre si impegna nella realizzazione di 21 progetti in Africa, Asia, America latina finalizzati alla promozione e tutela dei diritti dei minori
Top