Ho diritto ai diritti

Arezzo: Una mostra con 24 artisti di varia nazionalità chiamati a confrontarsi con le tematiche civili più forti e urgenti dei nostri tempi
A cura di amisms

In occasione dell?anno europeo della cittadinanza, Arezzo ospita la mostra "Ho diritto ai diritti":
non una semplice esposizione, ma un piccolo esperimento collettivo che porta l?arte contemporanea a confrontarsi con le tematiche civili più forti e urgenti dei nostri tempi, la partecipazione attiva alla nostra realtà e le esigenze di democrazia
Dal 2 al 17 aprile, Palazzo Chianini Vincenti ospiterà i lavori di 24 artisti di varia nazionalità, che utilizzano diverse tecniche e mezzi (dalla pittura digitale all?incisione lignea, dal collage materico alla fotografia) .
La mostra è promossa dal programma Cittadiniamoci, un progetto attivo già da due anni nel centro Italia con una serie di interventi informativi, attraverso pubblicazioni, incontri e campagne che hanno raccolto l?adesione di testimonials di eccezione (lo scrittore Carlo Lucarelli , Pau -voce dei Negrita-, Gianmarco Tognazzi ). E che ora si propone di esplorare nuovi sentieri comunicativi per dare forma ai concetti di cittadinanza e diritti, e di lanciare una sfida alle arti per un ritorno al sociale, alle problematiche della quotidianità.
Nessun vincolo di genere o di aderenza alla realtà, ma una necessità di fondo che spinge la creatività a sperimentare l?alterità, come in "IO è un altro" di Agata Carbone (pittura digitale su tela), a proporre nuove forme e modelli per esprimere la cittadinanza ("Citybus", fotografia di Francesca Dotta,
e "larete.it", collage materico di Francesco Avellis).

Top