Angola: opposizione contesta monopolio statale sulle radio

L?Unita (Unione nazionale per l?indipendenza dell?Angola), ex-movimento ribelle e oggi principale partito d?opposizione, ha accusato il governo di Luanda di voler mantenere il monopolio statale delle trasmissioni radiofoniche nazionali.
A cura di amisfd In un
comunicato diffuso dai politici dell?Unita dopo un incontro con il
nuovo ministro dell?Informazione, Manuel Rabelais, lo schieramento ha
sostenuto che il monopolio pubblico delle radio "non fa che mantenere
la popolazione disinformata sul processo democratico nel Paese ed evita
lo sviluppo di una coscienza civica e della libertà di scelta". Nel
documento il movimento politico sottolinea che la Chiesa cattolica
angolana attende da anni l?autorizzazione a diffondere in tutto il
Paese le frequenze di ?Radio Ecclesia?. La questione del controllo
statale sui media e di un?eventuale apertura ai privati è uno dei temi
che l?opposizione intende portare alle prime elezioni dopo il conflitto
civile, che dovrebbero tenersi alla fine del 2006. La guerra scoppiata
nell?ex colonia portoghese tra governativi e Unita dal 1975 al 2002 ha
provocato oltre mezzo milione di morti, oltre a causare il ferimento di
decine di migliaia di persone.

Top