Onu, atteso rapporto inchiesta “oil-for-food” su Annan e figlio

Ci si attende che il segretario generale dell’Onu Kofi Annan venga criticato oggi in un rapporto cruciale, per aver ignorato un possibile conflitto di interessi che riguarda suo figlio, ma ci si aspetta anche che non venga accusato di alcun comportamento scorretto personale.
A cura di amisla

Un’inchiesta indipendente, guidata da Paul Vocker, l’ex presidente
della Federal Reserve Usa, diffonderà oggi un altro rapporto
provvisorio sul programma oil-for-food, questa volta sul segretario
generale ed il figlio, Kojo, che ha lavorato per la società svizzera
Cotecna.
La società ricevette nel gennaio 1999 un grande contratto dall’Onu per ispezionare merci in Iraq.
"Quel che diciamo dall’inizio è che questo contratto con la Cotecna è
stato disposto secondo le pratiche standard dell’Onu", ha detto il
portavoce Onu Fred Eckhard.
"Il legame del figlio del segretario generale con la società non ha
avuto alcun impatto con la concessione del contratto", ha aggiunto.
"Il segretario generale si aspetta di essere prosciolto da qualsiasi
comportamento scorretto".
Comunque, notizie di stampa suggeriscono che Volcker criticherà Annan
per non essere stato sensibile alle attività del figlio, consentendo
così la percezione di un conflitto di interessi.
"Il rapporto non esplorerà solo la relazione di Kojo Annan con Cotecna,
ma anche la relazione col padre", secondo quel che ha detto una
persona vicina al rapporto al New York Times. "Non sarà piacevole
leggerlo per loro".

Top