CONTROL ARMS: 1 milione di volti contro il commercio delle armi

E’ cominciata anche in Italia la campagna Control Arms, per chiedere un trattato internazionale sul commercio delle armi entro il 2006.
La campagna, promossa a livello internazionale da Amnesty International, Oxfam e la Rete Internazionale sulle armi leggere (Iansa), in Italia è sostenuta dalla rete italiana per il disarmo. Lanciata da Amnesty nell’ottobre del 2003, propone a partire da oggi uno strumento di pressione principale: la raccolta di oltre 1 milione di volti contro il mercato delle armi ormai fuori controllo.
Amnesty e la rete italiana per il disarmo hanno presentato la campagna nel corso di una conferenza stampa questa mattina a Roma.
A cura di amismp

Secondo Amnesty International è necessaria una mobilitazione costante e coordinata da parte di tutti. Le soluzioni concrete esistono e sono da tempo alla portata dei governi e della comunità internazionale: rafforzare i meccanismi di controllo nazionali, regionali e a livello globale sui trasferimenti irresponsabili di armi ed attrezzature militari, di sicurezza e di polizia; impedirne in ogni caso il commercio verso paesi in stato di conflitto o responsabili di gravi violazioni dei diritti umani; adottare quanto prima un sistema globale di identificazione e tracciatura che consenta di risalire ai paesi che gestiscono la produzione e l?intermediazione illecita di armi.

Top