CIPSI: acqua potabile per tutti!

“Abbiamo intenzione di costituire una Fondazione in Italia per il sostegno e la garanzia dell’acqua potabile, per portarla a chi non ce l?ha” : lo ha annunciato ieri, Guido Barbera, presidente del Cipsi, coordinamento di 36 organizzazioni non governative (ong) di solidarietà internazionale che in Italia è stato tra i principali sostenitori del Contratto Mondiale dell?Acqua.
A cura di amisla

Con la Giornata mondiale dell’acqua 2005 comincerà il Decennio internazionale per l’azione ?Acqua per la vita 2005-2015?voluto dall?Onu. ?Se non vengono accompagnate da scelte concrete ? ha sottolineato Barbera – queste celebrazioni sono illusorie e ripetitive. Nel 1977 la comunità internazionale (Onu) considerò che l?accesso all?acqua per tutti era possibile in 15 anni. La stessa cosa accadde nel 1997. Oggi, con il 2° Decennio, la comunità internazionale afferma che l?unico obiettivo realistico possibile è diminuire del 50% il numero di persone che non hanno accesso all?acqua entro il 2015. Il fallimento è evidente. Non basta un giorno per sensibilizzare su un diritto così importante. Prendiamo un impegno concreto?. Barbera conclude con un riferimento al recente Forum alternativo dell?Acqua di Ginevra: ?Purtroppo le conclusioni non sono state molto chiare e all?altezza della sfida che abbiamo davanti. Tra le varie dichiarazioni finali, ci sentiamo in sintonia con quelle presentate da Riccardo Petrella, dagli ?eletti uniti per l?acqua? e dalle organizzazioni del Sud del mondo. Le uniche che aggiungono a principi già dichiarati nel passato, azioni e proposte concrete che permettono di fare un passo avanti rispetto ai Foru
Top