Moldavia: vincono i comunisti filo Ue

Alle recenti parlamentari vittoria del Partito comunista già al governo negli ultimi 4 anni. Uno scacco a Mosca. Se infatti 4 anni fa il Partito comunista era un fedele alleato di Putin ora gli ha voltato le spalle, guardando soprattutto all’UE ed all’Occidente.
A cura di amismp

La Moldavia, ex repubblica sovietica ed ora parte della Comunità degli
Stati indipendenti, ha sempre oscillato tra l’Occidente e la Russia.
Ceduta dalla Romania all’Unione sovietica dopo la seconda guerra
mondiale, la Moldavia, conosciuta anche come la Bessarabia con i suoi 4
milioni 300 mila di abitanti, ha imparato a vivere con la madre Russia
e dipendere da essa quasi in totalità dal punto di vista economico.
Anche dopo aver conquistato nel 1991 l’indipendenza in seguito allo
smembramento dell’Unione Sovietica.

La Moldavia, che resta tuttora il Paese più povero d’Europa, dal suo
vicino ad occidente, la Romania ricevette soprattutto borse di studio
nei centri universitari romeni. Anche perché dal punto di vista
economico nemmeno la Romania se la passava molto bene.
Leggi l’articolo completo di Mihaela Iordache sul sito dell’osservatorio sui Balcani.

Top