Settimana del “Cambio di clima” (comunicato)

Scatta domani la “settimana del clima” di Legambiente, dieci giorni d’informazione e mobilitazione, in occasione dell’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto il 16 febbraio. Già a partire da domani, sabato, da Velletri a Cassino, passando per Verbania e Pisa, verranno distribuiti materiali informativi e raccolte firme per convincere il governo a attuare politiche che arrestino l’effetto serra.
A cura di amismp Con l’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto il nostro Paese, come tutti i paesi firmatari, dovrà attuare tutta una serie di comportamenti atti a ridurre le emissioni di tali sostanze inquinanti. L’Italia però, nonostante abbia ratificato il protocollo, ha seguito un percorso opposto rispetto agli obiettivi prefissati, registrando del decennio 1990-2003 un incremento del 3% medio annuo dei consumi energetici e ad oggi ha aumentato di circa il 10% le emissioni dei gas serra, mentre in Europa si è avuta una diminuzione del 10% sui consumi e del 2,5% sulle emissioni dei complessive dei gas climalteranti.

Banchetti, blitz, convegni, dibattiti e proiezioni saranno organizzati dai circoli di Legambiente lungo tutto lo stivale, per raccontare i mutamenti climatici e accrescere la consapevolezza di cittadini e enti a modificare i propri comportamenti quotidiani, senza sconvolgerli, diminuendo progressivamente le emissioni di anidride carbonica nell’ambiente.

Nella capitale, i festeggiamenti inaugurano domenica 13 in via dei Fori Imperiali, in concomitanza con la seconda domenica a piedi promossa dal Comune e il blocco totale della circolazione. “La strada per Kyoto non passa dal nucleare!” sarà invece lo slogan in Piemonte. Sempre domenica, in occasione del transito del convoglio nucleare diretto al famigerato impianto di riprocessamento di Sellafield, Legambiente Vercelli e Legambiente Valle Susa organizzano infatti un presidio antinucleare davanti alle stazioni ferroviarie di Vercelli e di Avigliana, dalle ore 21 alle 22 e al termine della manifestazione una delegazione continuerà il presidio fino al transito del treno che avverrà presumibilmente tra le ore 1.30 e le 2.30.

Diverso il programma di sensibilizzazione in Sicilia, dove ad Agira, in provincia di Enna, risparmio energetico e mutamenti climatici saranno raccontati su maxischermo nel cortile di S. Agostino alle ore 18.

In tutti i luoghi d’incontro, sarà disponibile il vademecum di Legambiente sul risparmio energetico – le 5 azioni promosse dall’associazione ambientalista per “cambiare clima” – attraverso il quale si potrà aderire alla campagna comunicando la propria azione di risparmio energetico.

Alla fine della settimana Legambiente computerà così quanto si è risparmiato in termini di kilowatt consumati e di emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Top