FSM: tra resistenza culturale e costruzione della cittadinanza

La quarta giornata del Forum, si snoda tra gli incontri e i seminari sul tema dei diritti umani, la resistenza culturale e la costruzione della cittadinanza.
E si riparte, dunque, dalle conclusioni della giornata di ieri, con il rilancio delle riforme delle istituzioni internazionali e delle Nazioni Unite che sono ancora ben lontane dal raggiungere gli Obiettivi del Millennio. E sempre più difficile appare il traguardo: sradicare la povertà entro il 2015.
La corrispondenza di Francesco Diasio da Porto Alegre.
A cura di amismp

L’ottavo ‘Obiettivo del Millennio’ dipende esclusivamente dai ‘ricchi’, che in questi giorni si ritrovano al Forum mondiale sull’economia di Davos, in Svizzera: ridurre il fardello del debito estero dei Paesi poveri, dare più soldi e spenderli meglio in aiuto allo sviluppo. Entro il 2015 – sostiene un recente rapporto della Banca Mondiale – il Wto rischia di bloccare altri 240 miliardi di dollari ai Paesi poveri se non allarga le maglie del protezionismo doganale eliminando dazi e sussidi agricoli al Nord del pianeta.

Top