Decreto flussi: nuove quote di esclusione…

Quest’anno il decreto che regola l’ingresso di immigrati per motivi di lavoro nel nostro paese prevede una quota di 159 mila stranieri (già in possesso di un contratto), divisa in due flussi: 79.500 extracomunitari e altrettanti 79.500 neocittadini Ue, gli “ibridi” come li chiama il ministro del Welfare, Roberto Maroni. Ma già dal 1998, le quote sono inferiori al fabbisogno e finiscono per escludere alcune categorie di lavoratori.
ascolta L’opinione di Daniel Zagai, eritreo, dell’associazione Erythros.
La procedura non è poi del tutto trasparente e nel passato ha scatenato una ‘ gara al chi arriva prima’. Una valutazione sul numero di quote ‘concesse’ e alcuni consigli, nelle parole di Milena della redazione del Melting Pot, che propone di scrivere direttamente al ministro Maroni:

A cura di amismp

Dal 1998 vengono stabilite quote annuali di ingresso di immigrati per motivi di lavoro. Tali quote però sono sempre inferiori al fabbisogno effettivo, che viene stabilito dal sistema informativo Excelsior che Unioncamere cura in collaborazione col ministero del Lavoro.
Anche se ufficialmente il 66,1 per cento è in Italia per lavoro, il numero di immigrati che
lavorano sono molti di più: il dossier statistico Caritas/Migrantes ha infatti stimato che bisogna
aggiungere il 30 per cento delle persone presenti per motivi famigliari i quali, come
consente la legge, svolgono attività lavorativa.
Si giunge così a calcolare una forza lavoro straniera
effettiva pari a quasi i tre quarti (73,4 per
cento) di tutta la popolazione immigrata in
Italia, esclusi irregolari e clandestini.

Il decreto flussi è stato firmato più di un mese fa ma non ci sono ancora notizie ufficiali riguardo alla pubblicazione. Secondo voci ufficiose, sembra che quest’anno il Ministero del Lavoro anticiperà la pubblicazione del decreto flussi con una circolare in cui sarà comunicata la data di successiva pubblicazione del medesimo; questo dovrebbe consentire a tutti di partire alla pari ai blocchi di partenza.
Alcuni consigli utili

Top