Radio Insurgente On line

Muy Buenos Dias, estás escuchando Radio Insurgente, la voz de los sin
voz. E’ la frase con cui Radio insurgente, la radio clandestina dell’Esercito Zapatista, saluta i suoi ascoltatori. Centinaia di anni senza voce sono terminati con una trasmissione radio quotidiana di 16 ore.
A cura di amismp Lo scorso 17 novembre, giorno in cui l’EZLN ha
celebrato il suo ventunesimo anniversario, la stazione ha lanciato una
versione audio in internet della rete clandestina. Dalle registrazioni
di musica e storie locali indigene fino ai discorsi politici dei leader
dell’EZLN, gli archivi audio in rete fungono da storia del popolo
indigeno messicano.

Circolano storie sul leader zapatista mascherato, il subcomandante
Marcos, seduto in una capanna di fango nella giungla a scrivere i
comunicati sul laptop di ultima generazione della Dell.
I ribelli indigeni messicani sono rimasti coi piedi per terra,
espandendo la ricezione della loro comunità radiofonica FM tra
due/quattro stazioni radio e insegnando i rudimenti di radio alle
giovani donne. La divisione zapatista del lavoro prevede ruoli tecnici
per gli uomini e programmazione, trasmissione e reportage per le donne.

Mentre fornisce informazioni sulla lotta zapatista per l’autonomia, il sito web funge anche da
arma legale di Radio Insurgente. È un archivio per i posteri di quello
che è stato trasmesso agli abitanti della giungla del Chiapas, nel caso
in cui l’esercito messicano chiuda il segnale radio quotidiano.

La legge messicana per le trasmissioni, simili alle leggi della
Commissione Federale sulle Comunicazioni degli Stati Uniti, richiede una
licenza per inviare un segnale radio. La lenta burocrazia e il controllo
corporativo dei media rendono quasi impossibile ottenere una licenza.
Eppure, esistono piccole stazioni radio a basso wattaggio in tutto il
Messico – tutte soggette alle minacce e agli abusi dei militari messicani.

Top