Kobe:Conferenza Mondiale per la prevenzione disastri naturali

Si è aperta stamane nella città giapponese di Kobe la Conferenza mondiale sulla riduzione del danno delle catastrofi, con l’obiettivo specifico di realizzare un sistema efficace di prevenzione dei disastri naturali a livello globale.
A cura di amismp A Kobe, che proprio ieri ricordava il decimo anniversario del terremoto che la rase al suolo, causando la morte di 6.400 persone, si parlerà soprattutto del maremoto di Sumatra che il 26 dicembre ha devastato le coste dei Paesi che si affacciano sul Golfo del Bengala e di alcuni stati dell’Africa orientale.

Allarme efficente
Tra gli obiettivi, creare le basi per la creazione di un sistema di allerta tsunami nell’Oceano indiano, come parte di una rete mondiale, obiettivo al quale hanno già assicurato il contributo, tra gli altri, il Giappone, gli Stati Uniti, l’Australia, l’India e la Francia. Al summit, che si prolungherà fino a sabato, partecipano un migliaio circa di tecnici provenienti da 150 Paesi (politici, esperti ambientali, tecnici dell’organizzazioni non governative, rappresentanti di banche e istituzioni finanziarie, autoritàlocali e governative, membri di organismi internazionali, principalmente Onu).

Giappone in prima linea
Il Giappone spinge per la creazione di un sistema di allarme regionale che avrebbe potuto salvare una gran parte delle vittime. Finora le vittime dello tsunami del 26 dicembre sono oltre 160.000 ma i danni causati dal maremoto ancora inestimabili. Anche il primo ministro giapponese Junichiro Koizumi parteciperà a questa conferenza internazionale che durerà cinque giorni a Kobe, proprio nella città che fu colpita da un forte terremoto nel 95, e cercherà di introdurre elementi nuovi per lo sviluppo di sistema di prevenzione mondiale. L’attenzione tuttavia non sarà solo sullo tsunami ma anche sui tifoni e su altre calamità naturali che colpiscono il mondo: come le alluvioni, i tifoni e altri fenomeni causati dai repentini cambiamenti climatici e dalle variazioni geologiche.

Top