Iraq: rapita a Baghdad l’inviata di “Liberation” Florence Aubenas?

Il quotidiano francese “Libération” ha comunicato ieri sera di non avere più notizie della sua inviata speciale in Iraq Florence Aubenas, che si trovava a Baghdad dal 16 dicembre scorso per seguire gli avvenimenti nell’Iraq occupato e documentare le fasi della preparazione delle prossime elezioni.

A cura di amismp Florence Aubenas, giornalista e inviata di “Liberartion” dal 1986, si trovava nella capitale irachena, in compagnia del suo autista interprete Hussein Hanoun Al Saadi, persona di grande fiducia che collaborava abitualmante da oltre due anni con gli inviati del quotidiano francese che si recavano in Iraq.

Florence Aubenas e il suo interprete non hanno più dato notizie di loro dal mattino di mercoledì 5 gennaio, e nella notte non sono rientrati in albergo facendo così scattare il meccanismo di allerta delle autorità locali e del ministero degli esteri francese. Che non confermano (ma non smentiscono…) l’ipotesi del rapimento.

Reporter di grande esperienza e capacità, Florence Aubenas ha coperto per “Liberation” tutti i principali avvenimenti internazionali degli ultimi anni: dal Rwanda, al Kosovo; dall’Algeria all’Afghanistan fino alla guerra e l’occupazione dell’Iraq.

Il direttore i colleghi di “Liberation”, pur vivendo queste ore con il fiato sospeso per la sorte della loro inviata speciale, hanno deciso di non rilasciare alcuna dichiarazione sulla scomparsa di Florence Aubenas e del suo interprete iracheno, preferendo aspettare di essere in possesso di notizie più precise prima di rilasciare commenti.

Roberto di Nunzio

Top