Palestina: i detenuti non voteranno

La corte suprema israeliana ha respinto la richiesta dell’Anp di consentire ai circa 9mila palestinesi detenuti nelle carceri israeliane di votare per le presidenziali di domenica prossima.
A cura di amismp Secondo fonti giudiziarie israeliane,la richiesta era stata presentata domenica, a nome dell’Autorità nazionale palestinese, dall’avvocato israeliano Zvi Rish. I tre giudici della corte suprema israeliana hanno ritenuto che non ci fosse tempo per organizzare il voto nelle carceri.

La decisione di presentare un ricorso alla Corte suprema era stata presa dal ministro palestinese per i prigionieri, Isham Abdel Razik, dopo che le autorità israeliane aveva fatto sapere che non avrebbero consentito ai detenuti di andare alle urne: Radik aveva affermato che il diritto di votare è per i detenuti palestinesi un diritto umano fondamentale.

Top