Cecenia, 10 anni di conflitti

Nel 2004 la guerra in Cecenia ha compiuto 10 anni. Un lungo periodo in cui tra il 15 ed il 20% della popolazione locale ha perso la vita.
Ascolta l’intervista di Lorenzo Anania a Olivier Depuis, già deputato europeo e segretario del Partito Radicale Trasnazionale, che in prima persona da anni si occupa della guerra nella piccola repubblica caucasica. Con Depuis abbiamo approfondito le prospettive di soluzioni politiche avanzate anche dal Parlamento Europeo in quest’ultimo anno. (9’27”)
A cura di amisla

Gli ultimi due conflitti in Cecenia hanno causato la morte di 150.000-200.000 civili. Si tratta del 15-20% della popolazione. Per tale ragione c’è chi ritiene che abbia senso parlare di “genocidio”.
Circa 25.000 soldati russi sono caduti in battaglia. In termini di perdite, la guerra in Cecenia può essere pertanto paragonata al conflitto russo-afghano; come avvenne a Kabul, anche in questa parte del Caucaso, per condurre una “lotta al terrorismo”, si è raso al suolo ogni casa della capitale cecena di Grozny. (vai alla foto gallery )

Olivier Depuis, che da anni segue il conflitto e che più di altri al livello europeo ha messo all’ordine del giorno la questione cecena, fa il punto della situazione sull’
appello dell’ex ministro degli esteri della repubblica post sovietica per installare una amministrazione ONU in Cecenia, già sottoscritto da 145 Parlamentari a Strasburgo nel febbraio 2004.
Nell’intervista a Depuis si parla anche di come la Russia di Putin affronti il terrorismo islamico e delle prospettive in Cecenia dopo il recente caso ucraino.

Per un ulteriore approfondimento vai su Radio Radicale

Top