Nasce la citta’ dell’Altra Economia

Inagurata oggi 15 dicembre a Roma, la Città dell’Altra Economia, uno spazio permanente nell’ex-mattatoio di Testaccio, tutto dedicato all’equo e solidale, al biologico, alla finanza etica, ma anche al software libero e i nuovi media. 3.500 mq di esposizione, laboratorio, vendita, bioequobar e ristorazione, mostre, seminari, spettacoli, al centro di Roma.
Ascolta la corrispondenza di Lorenzo Anania
A cura di amisla

Il progetto della Città è stato elaborato dal Comune di Roma – U.O. Autopromozione sociale – insieme al Tavolo dell’Altra Economia: un tavolo permanente che ad oggi comprende circa 40 organizzazioni (principalmente associazioni e cooperative) dell’altra economia romana.
La Città si collocherà all’interno del Campo Boario nell’ex Mattatoio di Testaccio. Un luogo già attraversato da differenti sperimentazioni di riutilizzo di spazi pubblici, creazione di lavoro, promozione di prodotti equi e solidali, ecc. Ora un ampio intervento del Comune di Roma mira a riqualificare l’intera area, affiancando alle associazioni, cooperative ed al centro sociale già presenti, l’università Roma Tre, l’Accademia di Belle Arti e la Città dell’altra economia.
La Città, prima in Europa nel suo genere, sarà così l’iniziale strumento per promuovere un vero e proprio Distretto di economia solidale a Roma, favorendo l’integrazione e lo scambio tra tutte le realtà che lavorano per il rinnovamento delle relazioni economiche a livello locale come globale.

Top