‘Free by five’: ancora un appello per i farmaci anti aids gratuiti

Oggi, un’alleanza di esperti rinomati, istituzioni e ONG presenterà la dichiarazione “Free by five” alla Banca Mondiale, all’OMS, all’Unaids e molti altri enti interessati alla lotta all’HIV, affinchè i farmaci e tutti gli strumenti diagnostici e assistenziali necessari per i sieropositivi siano accessibili gratuitamente a tutti i pazienti nei Paesi in via di sviluppo.
Il commento di Chiara Bannella di MSF
A cura di amismp

Tra i circa 40 milioni di sieropositivi che ci sono nel mondo, almeno 5milioni e mezzo sono in una fase della malattia che richiede urgentemente un trattamento con ARV, ma appena 440mila malati hanno accesso alle cure. In Africa solo il 4% dei malati riceve il trattamento[1]. Anche nei pochi Paesi in via di sviluppo in cui finalmente arrivano i farmaci anti-Aids più economici, molti dei pazienti continuano a morire perché non possono permettersi di pagare il “ticket” spesso richiesto.

La dichiarazione “Free by Five” evidenzia come la richiesta di pagare una tariffa per l’accesso alle cure esclude molti malati, aumenta la vulnerabilità delle persone al virus e riduce l’aderenza alle terapia con elevati rischi di sviluppo di resistenze ai farmaci.

Top