”Soldi per l’infanzia, non per le armi”

Durante la presentazione del rapporto “La condizione dell’infanzia 2005” dell’Unicef è stata avanza la proposta di convergere almeno il 5% dei soldi investi negli armamenti e nelle operazioni militari per migliorare le condizioni dell’infanzia al livello globale. Il rapporto inchioda tutti i governi alle proprie responsabilità nei confronti dell’infanzia negata. Il tutto in un contesto dove il Presidente della Repubblica Italiana invita a togliere l’embargo alle armi europee nei confronti della Repubblica Popolare Cinese.

Ascolta l’intervista di Leopoldo Calabria a Filippo Ungaro, portavoce
Save the children Italia sulle scelte politiche e l’impegno della società civile per contrastare la mortalità infantile (3’33”).
Scarica il file audio.

Ascolta l’intervsta di Leopldo Calabria a Vittorio Agnoletto, eurodeputato della Sinistra europea, che parla dell’incidenza dell’ Aids e della guerra globale permanete sulla mortalità infantile.(9’07”)
Scarica il file audio.

Ascolta l’intervista di Lorenzo Anania a Pasqualina Napolitano vicepresidente del gruppo Socialista al Parlamento europeo, menbro della sottocommissione per i Diritti dell’Uomo a Strasburgo, che espone la posizione dei Socialisti europei sulle possibilità politiche della poposta del 5%, sul disarmo e sull’embargo di armi alla Cina. (2’56”)
A cura di red

Leggi il rapporto

Top