Cop 10: già si pensa al dopo 2012

Seconda giornata del summit mondiale sul clima a Buenos Aires. Si approntano le strategie da adottare nella prima fase di attuazione del protocollo di Kyoto che terminerà nel 2012 … ma già si pensa al dopo.
Da Buenos Aires, Mariagrazia Midulla, del WWF Italia, ci ha raccontato come procede il summit

ascolta
scarica

Intanto, Legambiente boccia le politiche energetiche Italiane.
L?intervista di Sonia Grieco a Roberto Della Seta, presidente nazionale di
Legambiente
A cura di amissg

Sono ambiziosi gli obiettivi della Cop 10. Riuscire a rendere operativi i dettami del protocollo di Kyoto non é cosa facile.
L’adesione russa é certamente una battaglia vinta ma restano ancora fuori gli Stati Uniti. E poi c’é la questione dei paesi in via di sviluppo: come pretendere che si impegnino a risolvere un problema creato, e ignorato, dal mondo occidentale. Bloccare, o almeno arginare, i cambiamenti climatici ormai in corso é una questione di soldi, e di volontà.
Da Buenos Aires, Mariagrazia Midulla, del WWF Italia, ci ha raccontato come procede il summi

ascolta
scarica

Alla prova d?esame in politiche energetiche l?Italia é bocciata.
Ieri, in apertura dei lavori alla Cop 10, Legambiente ha denunciato il ritardo italiano sugli obiettivi di Kyoto, e non solo: come spesso accade il nostro paese insegue a fatica anche l?Europa, presentatasi a Buenos Aires con in tasca l?adesione della Russia.
« Di fronte alla più grande emergenza del nuovo millennio » l?Italia si presenta impreparata e presto dovrà fare I conti con gli obblighi alla quale si é vincolata aderendo al protocollo di Kyoto.
L?intervista di Sonia Grieco a Roberto Della Seta, presidente nazionale di
Legambiente

ascoltascarica

Leggi la News

Per altre informazioni
Climate Network
WWF
Greenpeace
Legambiente

Top