finanza di pace

La pace non si compra. Si finanzia.
È questo lo slogan della IV giornata nazionale della Finanza Etica e Solidale organizzata dall?associazione Finanza Etica ? Afe.
Due gli appuntamenti di quest?anno: oggi a Firenze e sabato a Bologna. Ai nostri microfoni Ugo Biggeri, Fondazione Responsabilità Etica di Banca Etica
A cura di amissg

Giunta alla sua quarta edizione, la Giornata Nazionale della Finanza Etica, presenta quest?anno due importanti novità: il raddoppio dell?appuntamento (Firenze ? Bologna) e soprattutto l’inaugurazione dell’Anno Internazionale del Microcredito proclamato dall’ONU (2005).
Il fenomeno del microcredito è in crescita. Oggi finanzia oltre 41,5 milioni di poveri nel mondo su un totale di 67 milioni di clienti che dal 1997 (anno del primo censimento) aumentano, in media, del 38% ogni anno.
In Italia, il volume d affari delle attività di microcredito nei paesi in via di sviluppo supera ormai i 7 milioni di euro.
Ai nostri microfoni Ugo Biggeri, Fondazione Responsabilità Etica di Banca Etica

ascoltascarica

In Bangladesh, un programma di sostegno con il microcredito sta aiutando numerose famiglie a far fronte alla carestia (il monga come lo chiamano i contadini) che ogni anno colpisce le zone rurali del paese. I programmi di microcredito della Banca Gameen sta finanziando in particolare le donne. Purtroppo non mancano i problemi nella distribuzione delle risorse ma, negli ultimi due anni, si registra una diminuzione dell?impatto negativo del monga sui contadini.
Leggi l’articolo su PeaceReporter

Altre informazioni
Metamorfosi
Unimondo

Top