Giustizia: primo sì alla riforma e sciopero dei magistrati

Il 24 novembre i magistrati incroceranno le braccia contro la riforma Castelli che ieri ha incassato il primo sì al Senato. L’opposizione ha deciso di non votare.
A cura di amissg E’ una riforma “incostituzionale e irrazionale”, secondo Associazione Nazionale Magistrati, quella che ieri ha ottenuto il primo sì del Senato. Il parlamentino delle toghe ha annunciato lo sciopero per il 24 novembre.
La riforma dell’ordinamento giudiziario è passata al Senato con 159 sì e tre astenuti ed ora tornerà in discussione alla Camera. L’opposizione ha espresso il suo dissenso astenendosi dal voto.

Top