Darfur: nuovi attacchi dopo l'”intesa” tra governo e ribelli

E’ stato firmato nella giornata di martedì scorso un primo accordo tra i delegati governativi e i ribelli per risolvere la crisi nel Darfur. Un giorno dopo la firma, ad Abuja in Nigeria, sono cominciati nuovi attacchi delle forze di sicurezza sudanesi contro i campi profughi del Darfur. Amnesty international chiede oggi al governo sudanese di rispettare ” i più elementari obblighi cui è tenuto in base al diritto internazionale dei diritti umani”.
A cura di amismp Le forze di polizia hanno lanciato gas lacrimogeni, assalito i profughi e abbattuto coi bulldozer i rifugi del campo di El-Geer, ignorando le proteste dei rappresentanti delle Nazioni Unite, dell’Unità Africana e delle agenzie umanitarie che erano presenti sul posto. Sono stati presi di mira anche i giornalisti e lo stesso vice responsabile del campo è stato picchiato e arrestato.

L’attacco al campo profughi di El-Geer viene a una settimana dalla prevista riunione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu a Nairobi e mentre è in corso una visita nella zona della Commissione d’inchiesta nominata dalle Nazioni Unite.

Sull’ultima intesa tra governo e ribelli, leggi l’articolo di Emanuele Sana sul sito di Warnews

Top