Prijedor consegna il voto simbolico per l’Europa

L?8, 9 e 10 novembre 2004 l?Agenzia della Democrazia Locale e il Forum Civico di Prijedor, Bosnia Erzegovina, consegneranno al parlmento europeo i risultati del voto simbolico per l?Europa alle istituzioni dell?Unione Europea e del Consiglio d?Europa.
A cura di amismp Le elezioni simboliche a Prijedor, nella Bosnia Erzegovina, si erano tenute in corrispondenza del voto per il rinnovo del Parlamento Europeo nei 25 paesi membri dell?Unione Europea. In questa occasione anche i cittadini di Prijedor il 12 e 13 giugno erano stati chiamati alle urne, naturalmente non per eleggere i propri candidati per il Parlamento Europeo, ma per esprimere il loro voto simbolico di appartenenza all?Europa.
?Anch?io sono cittadino d?Europa? era la frase riportata sulla scheda elettorale dove i cittadini di Prijedor potevano apporre la loro firma. Più di 6 000 voti erano stati raccolti su una popolazione di circa 100 000 persone, con un forte coinvolgimento delle istituzioni locali e della società civile.

Il Forum Civico e l?ADL di Prijedor saranno ospitati da lunedì 8 novembre a Bruxelles presso l?Ufficio di Rappresentanza della Provincia Autonoma di Trento, dove incontreranno John Dunn political desk officer della Commissione Europea per la Bosnia Erzegovina e l?Ambasciatore della Bosnia Erzegovina presso l?Unione Europea. Martedì 9 novembre il Forum Civico e la Agenzia della Democrazia Locale di Prijedor insieme all?Associazione Progetto Prijedor consegneranno le seimila schede raccolte durante le elezioni simboliche ad una delegazione del Parlamento Europeo guidata da Doris Pack.
Il viaggio si concluderà a Strasburgo mercoledì 10 novembre incontrando rappresentanti del Consiglio d?Europa e del Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d?Europa, che è l?organo che dal 1993 ha promosso la creazione della Agenzie della Democrazia Locale.

L’Associazione Progetto Prijedor si è costituita nel 1997 a coronamento di un’attività che alcuni degli enti ed organismi coinvolti svolgono nella ex Jugoslavia sin dal 1993 ed in particolare verso la realtà di Prijedor dall’autunno 1995. Oggi vede partecipi 20 Comuni trentini tra cui il Comune di Trento, e varie associazioni del Trentino. Dall’azione umanitaria che ha caratterizzato l’avvio dell’iniziativa nel marzo 1996 si è passati nel 1997 all’attività di monitoraggio per conto delle Nazioni Unite e ai primi progetti di diplomazia popolare e di cooperazione decentrata: gli affidi, i gemellaggi, il sostegno ai soggetti più vulnerabili, le attività per favorire il ritorno dei profughi, il progetto di sviluppo integrato, il sostegno al formarsi dei nuclei di società civile, la diplomazia delle città. Un intenso lavoro che ha costituito le condizioni per la realizzazione a Prijedor nel febbraio 2000 della Agenzia della Democrazia Locale, istituto previsto nel quadro del Consiglio d’Europa per promuovere la cooperazione decentrata e la costruzione dell’Europa dal basso. Dopo quattro anni di attività l’Agenzia della Democrazia Locale rappresenta un punto fermo nella rinascita della città di Prijedor, luogo di dialogo per tutti i soggetti di Prijedor, riferimento per l’associazionismo e la società civile e per l’implementazione di progetti sulla riconciliazione e il dialogo, sullo sviluppo economico locale, sulla trasparenza nella pubblica amministrazione e sulla democrazia locale.
Il Forum Civico è costituito da un gruppo multietnico, soprattutto rappresentanti della società civile, di circa 30 persone della municipalità di Prijedor che ha collaborato e collabora con l?ADL nelle varie attività. Gli incontri del Forum Civico sono stati promossi dall?ADL a partire dal 2002 con l?obiettivo di promuovere il dialogo e la riconciliazione tra le varie componenti etniche e il dibattito ed iniziative su temi importanti per la comunità, tra cui appunto il tema dell’Europa.

Top