Ue: tra rimpasto e costituzione

Barroso si accinge a cambiare la sua squadra per evitare la bocciatura del Parlamento Europeo. Intanto, domani a Roma i 25 firmeranno il trattato Costituzionale Europeo e il 30 ottobre è prevista una manifestazione di protesta organizzata dal Comitato Fermiamo la Guerra. Ai nostri microfoni Franco Russo del Forum per la Democrazia Costituzionale Europea
A cura di amissg

Ha optato per un rimpasto ?molto limitato? e veloce Josè Manuel Durao Barroso, il presidente designato della Commissione Europea. Il rischio di una bocciatura da parte dell?Europarlamento dopo le polemiche su Rocco Bottiglione fa slittare la presentazione della nuova Commissione europea al Parlamento di Strasburgo. Entro un mese la nuova lista di commissari.
Intanto, domani in una Roma blindata i 25 stati membri dell?Unione firmeranno il Trattato Costituzionale Europeo. Un primo passo verso un?Europa diversa, secondo alcuni, ma in molti ritengono che l?impianto del trattato sia il mercato e non l?Europa dei popoli auspicata. E sulla querelle Commissione – Europarlamento il giudizio è positivo. Franco Russo, del Forum per la democrazia costituzionale europea

Top