Il municipio boicotta la Coca-cola

Ha scatenato un mare di polemiche la decisione dell’ XI Municipio di Roma di boicottare i prodotti Coca-cola nei suoi uffici. La stessa multinazionale statunitense ha definito l’iniziativa del municipio “puramente ideologica”. Di tutt’altro avviso, invece, i promotori della campagna “Sponsor etici per Roma”. Secondo Alex Zanotelli è un scelta di “solidarietà”. Stamani, nella sala del consiglio municipale si è tenuta una conferenza stampa per spiegare le ragioni del boicottaggio. Ai nostri microfoni l’assessore all’intercultura dell’ XI municipio, Gianluca Peciola
A cura di amissg

Il 23 ottobre scorso, con un ordine del giorno, il Municipio Roma 11 ha avviato un processo di boicottaggio dei prodotti della Coca cola negli uffici dell’amministrazione.
La scelta ha scatenato numerose polemiche ma anche il plauso dei promotori della campagna “Sponsor etici per Roma” e del sindacato colombiano dei lavoratori dell’industria agroalimentare, il Sinaltrainal.

La Coca-cola è sotto accusa per l’atteggiamento antisindacale manifestato nei suoi stabilimenti in Colombia. Inoltre, la multinazionale statunitense è sospettata di connivenza con i paramilitari colombiani, responsabili della morte di numerosi omicidi di rappresentanti sindacali all’interno degli stabilimenti di imbottigliamento della bibita.
Oggi, l’ XI Municipio, nel corso di una coferenza stampa, ha rilanciato la sua iniziativa di boigottaggio che ha trovato la solidarietà di altri municipi italiani. Ai nostri microfoni l’assessore all’intercultura dell’ XI municipio, Gianluca Peciola

Link

Sinaltrainal
Coke Watch
Killer Coke

Top