Iraq: nuovo rapporto smentisce la presenza di ADM

Dopo il rapporto Kay, che si è concluso in Gennaio con la constatazione che “probabilmente la convinzione che l’Iraq possedesse armi chimiche, batteriologiche o nucleari era frutto di un errore”, un nuovo rapporto USA potrebbe smentire una delle motivazioni ufficiali che hanno spinto la coalizione dei volenterosi ad attaccare l’Iraq.

A cura di amislc Il nuovo rapporto, ancora da ultimare, è affidato all’ispettore USA Charles Duelfer che ha già reso noto che non esistevano veri e propri depositi di armi di distruzione di massa nell’Iraq pre occupazione.
Secondo l’amministrazione Bush però il rapporto dovrebbe dimostrare l’intenzione di Saddam Hussein di riprendere i propri programmi di armamento.
L’unica arma chimica di cui sarebbe dimostrata la produzione è il veleno ricino, più probabilmente destinato ad omicidi mirati che allo stermino di massa.

Top