Onu: muore una donna al minuto per gravidanza o parto

Ancora 529 mila donne muoiono ogni anno per complicazioni della gravidanza o del parto, una al minuto. Lo ha affermato ieri, a Ginevra, la direttrice esecutiva del Fondo della Nazioni Unite per la popolazione (Unfpa) Thoraya
Ahmed Obaid.
A cura di amismp/ansa In Africa ne muore una donna su 16 , rispetto ad una su 2800 nei paesi industrializzati.
‘Per ridurre il numero di decessi basterebbe aumentare
l’accesso ad una assistenza qualificata durante il parto e
migliorare le cure ostetriche in caso di urgenza. Un personale
qualificato assiste la meta’ di tutti i parti nei paesi in via
di sviluppo, ma soltanto 35% nel sud dell’Asia e 41% nell’Africa
subsahariana” ha sottolineato la direttrice dell’Unfpa.
Secondo il rapporto la risposta della comunita’ internazionale
e’ insufficiente. ”E’la conclusione piu’deludente del nostro
rapporto. La mancanza di risorse impedisce nuovi progressi”ha
affermato Thoraya Ahmed Obaid.
Durante la Conferenza del Cairo, i donatori avevano accettato
di versare 6,1 miliardi di dollari all’anno destinati al
programma sulla popolazione e salute nel campo della
riproduzione entro il 2005. Nel 2002 le contribuzioni sono state
di 3,1 miliardi di dollari, la meta’ delle loro promesse. Le
spese interne dei paesi in via di sviluppo sono state nel 2003
di 11,7 miliardi di dollari. I paesi piu’ poveri dipendono
interamente dal finanziamento dei donatori . Nel corso degli
ultimi dieci anni il finanziamento dei donatori riservato ai
contraccettivi e ai preservativi destinati alla prevenzioni
dell’Aids e’ fortemente diminuito nonostante l’aumento delle
richieste del 40% entro il 2015.

Cinque milioni di nuove infezioni dovute al virus dell’Aids si
sono registrate nel 2003. Le donne rappresentano quasi la meta’
degli adulti contagiati e la maggior parte e’nell’Africa
subsahariana. La crescita demografica aumenta i problemi. Se la fecondita’
diminuisse in numerose regioni, la popolazione mondiale
passerebbe da 6,4 miliardi di abitanti a 8,9 miliardi nel 2050.
Nei 50 paesi piu’ poveri la popolazione triplichera’ e contera’
1,7 miliardi di abitanti. Circa 200 milioni di donne povere non
hanno accesso ad una contraccezione efficace. Soddisfare i loro
bisogni costerebbe circa 3,9 miliardi di dollari all’anno e
impedirebbe 23 milioni di nascite non pianificate, 22 milioni di
aborti provocati, 142mila decessi legati alla gravidanza e 1,4
milioni di decessi infantili.
Dieci anni dopo la conferenza del Cairo , ancora 350 milioni di coppie non hanno accesso ad un servizio completo di pianificazione familiare.

Top