Movimenti per la pace

Dopo due giorni di assemblea le reti, le organizzazioni e i movimenti del Forum Sociale Europeo, sono convenuti su un documento unitario che chiede libertà per gli operatori di pace rapiti, il cessate il fuoco in Iraq ed il ritiro delle truppe di occupazione.
La situazione delicata del rapimento non ha impedito un dibattito aperto e ricco di sfumature, che però ha trovato tutti d’accordo nell’indire una settimana di mobilitazioni per la pace in tutta Italia, che culmineranno sabato in una giornata di manifestazioni cittadine.

Pubblichiamo l’appello lanciato dall’agenzia Anbamed e da un gruppo di intellettuali arabi e musulmani, che vivono e lavorano in Italia, rivolto ai cittadini musulmani residenti in Italia e all’estero.
Scarica l’appello dal sito di Lettera22
Ascolta il commento del direttore di Anbamed Farid Adli
A cura di red.

Files allegati a questa notizia

– l?Ong ?Un Ponte per ?? ha attivato da alcuni giorni un NUOVO SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ON LINE per informare l?opinione pubblica su tutti gli appelli, i messaggi di solidarietà, le iniziative di sostegno per la liberazione dei quattro ostaggi rapiti in Iraq il 07 settembre.
Il sito, intitolato ?Liberate la pace!?, è aggiornato costantemente da una decina di volontari/e e diversi traduttori e traduttrici, coordinati da ?Un Ponte per?? ed è rivolto al pubblico di lingua italiana, inglese, francese, spagnola e araba (in via di potenziamento).

– Leggi il comunicato del 14 settembre del Comitato Fermiamo la Guerra.

– La proposta del vescovo ausiliario di Bagdad monsignor Warduni

Scarica ascolta Catherine Dickchage, dell’Ics, Consorzio Italiano di Solidarietà, sul ruolo delle Ong in Iraq e sulla partecipazione alle iniziative di solidarietà di questa settimana

Scarica ascolta L’opinione di Guido Lutrario, della comunità disobbediente romana, circa l’impossibilità di separare il rifiuto della guerra e la richiesta di libertà per gli ostaggi.

– Leggi Il comunicato di Fabio Alberti di smentita al suo viaggio in Iraq.

Top