LIBERATE LA PACE!

Cari amici,
vogliamo ringraziarvi per le straordinarie manifestazioni di solidarietà a cui state dando vita in tutta Italia e in molte forme. Credete, sono molto importanti per noi per lavorare anche concretamente a mantenere aperta la speranza.
Davvero siamo un unico grande movimento.

Leggi il comunicato

Oggi la fiaccolata “Liberate la pace” a Roma:

Ascolta l’intervento di Raffaella Bolini sul ruolo e l’impegno del Comitato Fermiamo la guerra.

Alla vigilia dell’11 settembre e il giorno dopo la presunta rivendicazione del rapimento dei quattro operatori di “Un Ponte per…”, come cambia il fronte della jihad. Ai nostri microfoni l’islamologo Renzo Guolo.
AscoltaScarica
A cura di red

Files allegati a questa notizia

In queste ore, oltre alle Simone, Raad e Mahnaz, in Iraq rischia la vita un’intera popolazione. Continuano i bombardamenti alle città, stamattina un attacco dal cielo a Falluja ha causato altre otto vittime, tra cui quattro bambini e due donne.
Non dimentichiamoci di loro. La guerra continua a fare vittime civili.
Vogliamo la salvezza di Simona, Simona, Raad e Mahnaz. Vogliamo la salvezza di tutti gli iracheni.

D’accordo con tutto il comitato Fermiamo la Guerra chiediamo che la fiaccolata di domani a Roma, e le iniziative per la liberazione degli operatori umanitari italiani e iracheni che si prendono in tutta Italia, chieda con forza anche la fine dei bombadamenti sulle città irachene, a cominciare da Falluja, dove il Centro per i diritti umani mentre cadevano le bombe ha trovato il tempo di esprimere solidarietà a noi e chiedere la liberazione degli ostaggi.

Femiamo la guerra. Libertà per gli operatori umanitari.

Un ponte per

appelli arabi
Le iniziative e i sit-in

Top