MARCHE: NO CPT! CINQUE ATTIVISTI IMPUTATI

La Procura della Repubblica di Macerata ha denunciato 5 attivisti
marchigiani a conclusione delle indagini in seguito agli incidenti scoppiati con
le cariche all’interno dell’aula del consiglio comunale di Corridonia (Mc),
durante la seduta del marzo scorso mentre ci si apprestava a votare, ad
ampissima maggioranza e in via esecutiva, la costruzione di un Cpt.
A cura di red Il blocco del consiglio prima e la fitta rete di assemblee poi, hanno permesso
la costruzione di un percorso comunitario dal basso con una mobilitazione che ha
portato prima la Regione Marche poi lo stesso comune di Corridonia (a distanza
di due settimane dai fatti contestati) a votare contro la costruzione del lager
per migranti e dichiarare il territorio marchigiano (rispettivamente a livello
regionale e comunale) indisponibile alla realizzazione di una simile e
vergognosa struttura carceraria.

Le imputazioni a carico degli attivisti denunciati sono di resistenza a pubblico
ufficiale, lesioni personali, lesioni aggravate, interruzione e turbativa di
pubblico servizio.

Top