Loreto: 7°Meeting Internazionale sulle Migrazioni (MIM)

Anche per il 2004 i Padri ed i Laici Scalabriniani hanno organizzando il Meeting Internazionale sulle Migrazioni. La settima edizione si svolge a Loreto (AN) da domenica 25 luglio a domenica 1 agosto 2004. Il tema di quest’anno é: ?Migranti cittadini della nuova Europa. Mobilità e diritti?.
Ce lo presenta, Padre Beniamino Rossi, Superiore per Europa e Africa del Missionari Scalabriniani, promotore del Meeting:
Leggi il programma completo
A cura di amismp

Una società diventa ?integrata? quando i suoi cittadini (sia come individui che come gruppi) hanno la posizione di ?soggetti riconosciuti? di diritti e di doveri. I migranti risultano, in molti ambiti sociali e politici, soggetti ?minorati? per quanto riguarda i diritti individuali e collettivi.
Riprendendo la denuncia del Ministro degli Interni Giuseppe Pisanu, che ha parlato di oltre due milioni di persone in Libia pronte a sbarcare in Italia, i Missionari scalabriniani presentano la questione in maniera differente.

Padre Beniamino Rossi, ha affermato:?Dalle fonti che abbiamo in Libia, riteniamo che la cifra di due milioni serva più a creare allarmismo che a cercare soluzioni ai problemi reali che esistono sul tema della mobilità umana. La minaccia dei ?due milioni? di potenziali invasori immigrati, è diventato ormai un ritornello che ritorna spesso, soprattutto d’estate. I problemi sono altri: lo sfruttamento a fini politici della presenza di questi disperati; lo sfruttamento dei migranti da parte della criminalità organizzata (che Scalabrini definiva ?sensali di carne umana?) e che andrebbe combattuta con molto più vigore a livello internazionale; il mantenimento di situazioni di dittatura, di pulizia etnica o di discriminazione religiosa in molti paesi africani. A meno che queste situazioni non servano a nascondere e facilitare, ad esempio, l’imprigionamento di oltre 600 Eritrei in Libia e la deportazione forzata verso l’Eritrea di questo gruppo di persone, colpevoli solo di avere tentato, come milioni di italiani prima di loro, la via dell’emigrazione per sopravvivere?.

Nella tavola rotonda che ha affrontato la tematica del rapporto tra istituzioni internazionali e diritti dei migranti,
l?arcivescovo Silvano Tomasi, inviato del Papa presso la sede Onu di Ginevra, ha dichiarato: “La Carta Onu sui diritti dei lavoratori migranti è ?il campo di battaglia dove far prevalere i diritti umani e la centralità della persona umana, oppure le regole del mercato?.

Top