Io sto con le balene!

Si apre oggi, a Sorrento, International Whaling Commission (IWC), l?annuale incontro sulla salvaguardia delle balene. L?unica speranza contro l?estinzione è la moratoria sulla caccia, ma alcuni paesi stanno lavorando perché venga abolita.
Greenpeace lancia l?allarme: quest?anno potrebbero vincere i balenieri. Ai nostri microfoni Emanuela Marinelli, responsabile campagna balene Greenpeace
A cura di amissg

Nel corso dell?ultimo secolo, la caccia a fini commerciali ha decimato gran parte delle popolazioni di balene del mondo: si calcola che siano stati uccisi più di 1,5 milioni di esemplari. Dal 1986, esiste una moratoria sulla caccia commerciale approvata dall? International Whaling Commission (IWC), ma Giappone, Norvegia e Islanda stanno lavorando perché venga abolita.
In realtà, questi paesi non hanno mai smesso di praticare la caccia commerciale ai cetacei con il pretesto della ricerca scientifica. Il Giappone, in particolare, si sta prodigando in una campagna di acquisto voti dai paesi in via di sviluppo per ottenere la maggioranza all?IWC. Quest?anno, il rischio che ciò avvenga è concreto. E potrebbe essere messo in discussione anche il Santuario dei Cetacei in Antartide, il luogo per eccellenza dove questi animali possono ancora riprodursi e nutrirsi senza essere in pericolo.
Se la moratoria venisse abolita per le balene sarebbe la fine. Ai nostri microfoni Emanuela Marinelli, responsabile campagna balene Greenpeace

Campagna Sail The Whale

Aderisci all’iniziativa di Greenpeace

Top