Europa 7: La Tv che non c’è…

Europa 7 è il caso emblematico di un monopolio televisivo blindato da una legge. E’ il caso di una emittente Tv che da 5 anni ha una concessione per trasmettere sul territorio nazionale e non può farlo, perchè il Ministero delle comunicazioni non le assegna le frequenze necessarie.
In barba al pluralismo, il sistema radiotelevisivo italiano resterà il monopolio che è…
Ai nostri microfoni l’editore di Europa 7, Francescantonio Di Stefano
A cura di amissg

Europa 7 avrebbe dovuto trasmettere al posto di Rete 4, che non ha una concessione, ma la Gasparri è tempestivamente arrivata in soccorso della rete, e di Emilio Fede, bloccando il trasferimento sul satellite e buttando fuori dall’etere una Tv pronta a partire, con tanto di studi e un potenziale di assunzioni pari a 750 unità. Cinque anni di ricorsi, l’ultimo è in discussione in questi giorni al Tar del Lazio, e nessun risultato, malgrado una sentenza della Corte Costituzionale che ha fissato al 31 dicembre 2003 il termine ultimo per l’entrata di Europa 7 nel mercato Tv nazionale.
Il Governo ha pensato bene di lasciare le cose come stanno e addirittura di legittimarle a suon di leggi e decreti. A questo punto, sarà davvero difficile che Europa 7 arrivi nelle nostre case, tra un anno, infatti, scade la concessione.
Ai nostri microfoni l’editore di Europa 7, Francescantonio Di Stefano

Il commento di Giuseppe Giulietti, deputato Ds e portavoce di Articolo 21

ascolta
scarica

Leggi la News

Top